news - Gestione dei rifiuti aziendali: come valuto qualità e professionalità?

check-up
gratuito

check-up
gratuito

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

Gestione dei rifiuti aziendali: come valuto qualità e professionalità?

Gestione dei rifiuti aziendali: come valuto qualità e professionalità?

Sotto la definizione solo apparentemente semplice di “gestione dei rifiuti aziendali” si nasconde in realtà tutta una serie di valutazioni, adempimenti, servizi e consulenze specializzate: ecco perché spesso per le imprese è difficile non solo valutarne la qualità, ma anche stabilire secondo quali criteri questa valutazione andrebbe condotta. Una gestione non ottimale dei rifiuti aziendali può avere però ripercussioni importanti sia dal punto di vista economico (spreco di risorse e tempo, maggiori costi, sanzioni), sia da quello organizzativo (intralcio alla produzione dovuto ad esempio a ritardi nello svuotamento dei contenitori) sia infine da quello legale (non dimentichiamoci che nei casi più gravi si arriva anche a ripercussioni penali nei confronti della dirigenza o a gravi provvedimenti sull’azienda stessa fino alla sua chiusura e che di una cattiva gestione dei rifiuti è sempre corresponsabile anche l’azienda, anche se ha affidato a terzi il servizio).

Comprendere i criteri per valutare e scegliere al meglio è dunque di fondamentale importanza per assicurarsi un servizio di gestione dei rifiuti aziendali di qualità e anche per essere sicuri che tutte le operazioni si svolgano nei i termini di legge, così da non incorrere in provvedimenti più o meno gravi e onerosi.

12

Gestione dei rifiuti aziendali: come valuto qualità e professionalità?

Gestione dei rifiuti aziendali: come valuto qualità e professionalità?

Sotto la definizione solo apparentemente semplice di “gestione dei rifiuti aziendali” si nasconde in realtà tutta una serie di valutazioni, adempimenti, servizi e consulenze specializzate: ecco perché spesso per le imprese è difficile non solo valutarne la qualità, ma anche stabilire secondo quali criteri questa valutazione andrebbe condotta. Una gestione non ottimale dei rifiuti aziendali può avere però ripercussioni importanti sia dal punto di vista economico (spreco di risorse e tempo, maggiori costi, sanzioni), sia da quello organizzativo (intralcio alla produzione dovuto ad esempio a ritardi nello svuotamento dei contenitori) sia infine da quello legale (non dimentichiamoci che nei casi più gravi si arriva anche a ripercussioni penali nei confronti della dirigenza o a gravi provvedimenti sull’azienda stessa fino alla sua chiusura e che di una cattiva gestione dei rifiuti è sempre corresponsabile anche l’azienda, anche se ha affidato a terzi il servizio).

Comprendere i criteri per valutare e scegliere al meglio è dunque di fondamentale importanza per assicurarsi un servizio di gestione dei rifiuti aziendali di qualità e anche per essere sicuri che tutte le operazioni si svolgano nei i termini di legge, così da non incorrere in provvedimenti più o meno gravi e onerosi.

check-up
gratuito

check-up
gratuito

Un referente unico, puntuale e rispettoso dei tempi concordati

Il primo punto dovrebbe essere quello di trovare un fornitore in grado di occuparsi di tutti i rifiuti abitualmente prodotti dall’azienda. Sin da questa fase sarebbe bene fare attenzione: a ciascun rifiuto va infatti assegnato un preciso codice CER (Catalogo Europeo Rifiuti) che ne definisce le caratteristiche. Non tutti i trasportatori possono occuparsi di tutti i codici CER e non tutti i luoghi di destino possono accogliere tutti i codici CER: anzi, è più vero il contrario, cioè che spesso chi si occupa di rifiuti ha le autorizzazioni solo per determinati codici. Purtroppo però non è infrequente che alcuni rifiuti vengano “forzati” all’interno di codici che non sono quelli corretti, ma sono tra quelli per cui si ha l’autorizzazione. In caso di controllo, tale discrepanza potrebbe avere conseguenze anche significative: ecco perché potrebbe essere bene, per evitare questo rischio, rivolgersi a realtà che possono trattare un vasto numero di CER.

Secondo punto: un referente unico per tutti i rifiuti e per tutti gli adempimenti. Anche questo è un aspetto importante nella valutazione di un servizio di gestione rifiuti aziendali di qualità: un solo numero, una sola persona con cui parlare, competente e pronta nelle risposte. E il tutto si traduce in un immediato risparmio di tempo e risorse.

Terza importante caratteristica: puntualità e affidabilità. Un fornitore che non sia pronto a svuotare i contenitori, che non rispetti i tempi stabiliti, che abbia tempi troppo lunghi di risposta dalla chiamata può causare diversi disagi alla produzione.

Capacità di trovare soluzioni ad hoc e sicurezza nella filiera

Quanti e quali rifiuti da imballaggio produce l’azienda? È meglio prevedere un solo contenitore per l’imballaggio nel suo complesso o, ad esempio, prevederne più d’uno per separare le diverse frazioni? E, in questo secondo caso, ci sono i presupposti per trasformare in ricavo ciò che, gestito diversamente, sarebbe stato un costo? Questo è solo uno dei mille esempi possibili riguardo la necessità di trovare soluzioni ad hoc nella gestione dei rifiuti aziendali. Solo una realtà specializzata e attenta alle necessità e alle caratteristiche di ogni singolo cliente può valutare quale sia il modo migliore per organizzare il servizio così che sia davvero cucito su misura per ogni realtà.

Ultima, ma non meno importante, la sicurezza su tutta la filiera: come si diceva più sopra, di qualsiasi irregolarità nella gestione dei rifiuti risponde anche l’azienda che li ha prodotti. Ecco perché è importante rivolgersi a strutture che possano garantire la correttezza di tutta la filiera e abbiano un’importante esperienza alle spalle.