news - Una buona gestione dei rifiuti aziendali è per forza una gestione costosa?

check-up
gratuito

check-up
gratuito

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

Una buona gestione dei rifiuti aziendali è per forza una gestione costosa?

Una buona gestione dei rifiuti aziendali è per forza una gestione costosa?

Uno degli aspetti che maggiormente assillano le aziende, quando si tratta di gestione dei rifiuti aziendali, è quello dei costi: una preoccupazione comprensibile, in quanto un corretto smaltimento di scarti di produzione, rimanenze di magazzino e quant’altro comporta degli esborsi che sicuramente hanno un loro peso nel bilancio aziendale. La tentazione potrebbe dunque essere quella di puntare al minor prezzo possibile, a volte anche sorvolando sull’effettiva rispondenza di quanto si sta facendo ai termini di legge (con conseguenze che possono essere anche gravi per l’impresa e per i suoi dirigenti) e sicuramente rinunciando a soluzioni personalizzate e funzionali.

Ma, a conti fatti, una buona gestione dei rifiuti, pensata ad hoc per le esigenze della singola impresa e sicura al 100% riguardo la correttezza di tutta la filiera, è per forza più costosa rispetto a una gestione rifiuti meno accurata? E l’eventuale apparente risparmio sul costo del servizio in sé si traduce in reali minori spese per l’azienda? Insomma, meglio far bene i propri conti: così potremo soddisfare la nostra coscienza ambientale, essere rispettosi della legge a tutto tondo (che è anche una bella tranquillità) e, in fondo, non spendere di più (se non addirittura spendere di meno).

13

Una buona gestione dei rifiuti aziendali è per forza una gestione costosa?

Una buona gestione dei rifiuti aziendali è per forza una gestione costosa?

Uno degli aspetti che maggiormente assillano le aziende, quando si tratta di gestione dei rifiuti aziendali, è quello dei costi: una preoccupazione comprensibile, in quanto un corretto smaltimento di scarti di produzione, rimanenze di magazzino e quant’altro comporta degli esborsi che sicuramente hanno un loro peso nel bilancio aziendale. La tentazione potrebbe dunque essere quella di puntare al minor prezzo possibile, a volte anche sorvolando sull’effettiva rispondenza di quanto si sta facendo ai termini di legge (con conseguenze che possono essere anche gravi per l’impresa e per i suoi dirigenti) e sicuramente rinunciando a soluzioni personalizzate e funzionali.

Ma, a conti fatti, una buona gestione dei rifiuti, pensata ad hoc per le esigenze della singola impresa e sicura al 100% riguardo la correttezza di tutta la filiera, è per forza più costosa rispetto a una gestione rifiuti meno accurata? E l’eventuale apparente risparmio sul costo del servizio in sé si traduce in reali minori spese per l’azienda? Insomma, meglio far bene i propri conti: così potremo soddisfare la nostra coscienza ambientale, essere rispettosi della legge a tutto tondo (che è anche una bella tranquillità) e, in fondo, non spendere di più (se non addirittura spendere di meno).

check-up
gratuito

check-up
gratuito

Gestione rifiuti aziendali: le voci del risparmio

Nel costo di una gestione dei rifiuti aziendali la prima voce che si prende in considerazione è, naturalmente, quella riportata in fondo al preventivo del gestore: è importante quindi che tali tariffe, a parità di servizi, siano mediamente allineate al mercato. Come per ogni altro settore, meglio infatti diffidare di chi offre prezzi troppo bassi, che sin troppo spesso nascondono qualche “tranello” che potrebbe causare disservizi e problemi: anzi, da questo punto di vista ricordiamoci che una non corretta gestione dei rifiuti aziendali può portare anche a conseguenze penali per la dirigenza e per l’azienda stessa, in quanto la responsabilità ricade sempre anche su di questa, anche se ha affidato il servizio a terzi.

Detto questo, è da sottolineare come sia di fondamentale importanza valutare anche la personalizzazione del servizio che viene offerto: lo studio delle soluzioni più adatte alle esigenze di ogni singola impresa consente di rendere più veloci e agevoli le operazioni di ritiro e di organizzare ogni attività in modo che non sia mai di intralcio alla produzione e alla logistica interna dell’azienda. Il che si traduce in un immediato risparmio di tempo e risorse e, di conseguenza, in minori spese da sostenere. Non solo: se i volumi sono adeguati, una corretta gestione può consentire anche di trarne un ricavo. Pensiamo ad esempio agli imballaggi, una delle tipiche tipologie di materiale solo apparentemente di scarto, ma che a certe condizioni possono trasformarsi in un guadagno per l’azienda. Altroché rifiuti.

Le altre voci del risparmio nella gestione dei rifiuti aziendali

Vi sono poi altri modi per assicurarsi un risparmio sia diretto sia indiretto nella gestione dei rifiuti aziendali. Innanzitutto sarebbe bene rivolgersi a realtà che gestiscono grossi volumi di rifiuti: in questo modo avranno non solo la possibilità di offrirci un servizio di qualità derivato dalla grande esperienza nel campo, ma anche di applicare economie di scala che consentono tariffe competitive (oltre alla sicurezza di filiere controllate e la cui regolarità è garantita).

L’affidamento esterno della gestione di tutto il processo di raccolta, trasporto e smaltimento così come la possibilità di avere un referente unico per tutti i rifiuti aziendali, la prontezza del ritiro dal momento della chiamata, la sicurezza di poter gestire e risolvere qualsiasi problematica in tempi brevi e con l’aiuto di personale competente, lo studio della soluzione migliore ed economicamente più sostenibile per ogni esigenza e sempre tenendo conto della specificità di ogni produzione e di ogni ambiente di lavoro: tutte queste sono voci che, seppure non evincibili da un semplice preventivo, concorrono a rendere la gestione dei rifiuti aziendali sicura, comoda, funzionale e, a conti fatti, anche più economica.