News - gestione rifiuti attività complessa

check-up
gratuito

check-up
gratuito

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

Gestione dei rifiuti in
azienda, un’attività
complessa

Gestione dei rifiuti in
azienda, un’attività
complessa

Quello della gestione dei rifiuti è un tema complesso sia in ambito civile sia in quello industriale: in quest’ultimo, in particolare, si ha a che fare con una serie di rifiuti anche molto differenziati tra loro, spesso pericolosi o che necessitano per legge di trattamenti particolari e di un avvio a smaltimento o recupero preciso, il tutto condito da una nutrita serie di adempimenti burocratici spesso di non facile comprensione e gestione. L’intento del legislatore in questo caso è con ogni evidenza quello di evitare comportamenti che potrebbero avere anche gravi conseguenze sull’ambiente, anche perché i volumi, la pericolosità e il potere inquinante dei rifiuti in questione non è certo un elemento di poco conto. I purtroppo ancora numerosi fatti di cronaca in questo senso, che mettono in luce comportamenti che rientrano nell’alveo della criminalità, ne sono una spia evidente. Ecco perché chi vuole – come è corretto – attenersi alla legge e soprattutto tenere un atteggiamento corretto sia dal punto etico sia da quello ambientale, deve prevedere una gestione dei rifiuti completa, consapevole e, spesso, anche abbastanza complessa per raggiungere i propri obiettivi di rispondenza alle normative di settore e di responsabilità.

04

Gestione dei rifiuti in
azienda, un’attività
complessa

Gestione dei rifiuti in
azienda, un’attività
complessa

Quello della gestione dei rifiuti è un tema complesso sia in ambito civile sia in quello industriale: in quest’ultimo, in particolare, si ha a che fare con una serie di rifiuti anche molto differenziati tra loro, spesso pericolosi o che necessitano per legge di trattamenti particolari e di un avvio a smaltimento o recupero preciso, il tutto condito da una nutrita serie di adempimenti burocratici spesso di non facile comprensione e gestione. L’intento del legislatore in questo caso è con ogni evidenza quello di evitare comportamenti che potrebbero avere anche gravi conseguenze sull’ambiente, anche perché i volumi, la pericolosità e il potere inquinante dei rifiuti in questione non è certo un elemento di poco conto. I purtroppo ancora numerosi fatti di cronaca in questo senso, che mettono in luce comportamenti che rientrano nell’alveo della criminalità, ne sono una spia evidente. Ecco perché chi vuole – come è corretto – attenersi alla legge e soprattutto tenere un atteggiamento corretto sia dal punto etico sia da quello ambientale, deve prevedere una gestione dei rifiuti completa, consapevole e, spesso, anche abbastanza complessa per raggiungere i propri obiettivi di rispondenza alle normative di settore e di responsabilità.

check-up
gratuito

check-up
gratuito

Le conseguenze di una non corretta gestione dei rifiuti

Perché, dato quanto detto sopra, è ancora abbastanza frequente trovare una non corretta gestione dei rifiuti in diverse aziende? Uno dei motivi è che la conduzione illecita di questo aspetto delle attività aziendali è senza dubbio vantaggioso da un punto di vista meramente economico. In altre parole: non rispettare la legge (né tantomeno l’ambiente o la salute pubblica) consente di risparmiare e allargare i margini di profitto. Qui siamo naturalmente nel campo dell’illecito, in cui la condotta è dolosa e dunque giustamente punita anche sul piano penale nel caso in cui tale comportamento venisse accertato dalle autorità competenti.

Ma come stanno le cose per chi volesse seguire le regole per buona tranquillità sia della propria coscienza sia della propria regolarità dal punto di vista legislativo? Come abbiamo detto sopra, la gestione dei rifiuti è una materia complessa, nelle spire della quale è abbastanza facile commettere errori anche in completa buona fede. La complessità deriva un po' da caratteristiche proprie del settore e ineliminabili (la grande varietà di tipologie di rifiuti e le diverse possibilità di recupero o smaltimento ne sono un esempio), un po' proprio dai provvedimenti legislativi che, come spesso accade, nel tentativo di rendere la vita più difficile a chi vuole eludere le regole, tende a complicarla un po’ anche a chi le regole vuole seguirle.

L’importanza di affidare la gestione rifiuti a realtà di fiducia

La gestione dei rifiuti è dunque un’attività complessa, da affrontare nel modo giusto per evitare problemi che, ricordiamolo, possono sfociare anche nell’ambito penale, in particolar modo quando si ha a che fare con rifiuti classificati come pericolosi. Ecco perché è di primaria importanza affidare il servizio a fornitori di fiducia, con esperienza e che possano assicurare il corretto smaltimento o avvio a recupero di tutte le tipologie di rifiuti presenti in azienda: anche perché, è bene ricordarlo, la responsabilità di un illecito in questo campo ricade sempre su chi produce i rifiuti – o, meglio, anche su chi produce i rifiuti – che non può chiamarsi fuori dai giochi nel caso in cui venga accertata una gestione non corretta degli stessi.

È dunque necessario porsi al fianco dei propri clienti proprio in quest’ottica, garantendo la sicurezza di realtà di primaria importanza nel settore, della presenza su tutto il territorio nazionale in modo capillare e della possibilità di gestire correttamente tutti i codici CER, oltre che della fornitura di tutta la consulenza necessaria a far sì che le attività di raccolta dei rifiuti all’interno dell’azienda avvenga nel modo corretto, così da poter poi anche trasportare, smaltire o avviare a recupero secondo le regole i singoli rifiuti. Le attività aziendali devono essere analizzate insieme al cliente per definire in modo chiaro le modalità di conferimento di ogni scarto o rifiuto, il personale deve ricevere una corretta formazione per essere in grado di seguire le regole e ogni passaggio deve essere predeterminato così da minimizzare le possibilità di errore e – dunque – di sanzione.