Sei un'azienda metalmeccanica?

Scopri la qualità e i vantaggi dei servizi di Ecodom RA dedicati alle aziende metalmeccaniche.

scopri di più
sul settore

scopri di più
sul settore

check-up
gratuito

check-up
gratuito

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

D.lgs 49/2015 ed Open Scope: aumenta il numero di produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

D.lgs 49/2015 ed Open Scope: aumenta il numero di produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 49/2014 il normatore ha inteso rafforzare il principio comunitario della responsabilità estesa del Produttore, affidandogli l’onere di gestire anche l’ultima fase del ciclo di vita di quello che immette sul mercato, ovvero di occuparsi anche della gestione del relativo RAEE (Rifiuto da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Come conseguenza, tutti coloro che vengono qualificati come Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, sono chiamati a gestire il fine vita dei propri prodotti, occupandosi del ritiro, dello smaltimento o dell’avvio a recupero dei relativi rifiuti. Un onere importante e di grande rilevanza sociale, che prevede – come abbiamo spiegato in questo articolo – una precisa organizzazione.

24

D.lgs 49/2015 ed Open Scope: aumenta il numero di produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

D.lgs 49/2015 ed Open Scope: aumenta il numero di produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 49/2014 il normatore ha inteso rafforzare il principio comunitario della responsabilità estesa del Produttore, affidandogli l’onere di gestire anche l’ultima fase del ciclo di vita di quello che immette sul mercato, ovvero di occuparsi anche della gestione del relativo RAEE (Rifiuto da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Come conseguenza, tutti coloro che vengono qualificati come Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, sono chiamati a gestire il fine vita dei propri prodotti, occupandosi del ritiro, dello smaltimento o dell’avvio a recupero dei relativi rifiuti. Un onere importante e di grande rilevanza sociale, che prevede – come abbiamo spiegato in questo articolo – una precisa organizzazione.

check-up
gratuito

check-up
gratuito

Quali prodotti possono essere classificati come AEE?

A partire dal 15 Agosto è operativo il c.d. Open scope, ossia il “campo aperto” di applicazione della definizione di Apparecchiatura Elettrica ed Elettronica, ai sensi del D.Lgs. 49/2014. Tale importante novità comporta l’aumento del numero di prodotti considerati come Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Purtroppo però, non è tutto chiaro: se in merito ad alcuni dispositivi, come ad esempio le caldaie e le stufe a pellet, il Ministero si è infatti specificatamente pronunciato relativamente la loro inclusione, per altre tipologie, ciò non è avvenuto. Unici capisaldi, ad oggi, sembrano essere rappresentati dalla definizione di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche da un lato, intese come tutte quelle apparecchiature che per funzionare correttamente necessitano di corrente elettrica e dall’inclusione di tutti quei prodotti non specificatamente esclusi, dall’altro.

Tutte le AEE diverranno RAEE

Le AEE prodotte oggi diverranno RAEE ossia rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, domani; la corretta gestione degli stessi da parte dei Produttori è quindi un onere, di fondamentale importanza, volto a garantire che il costo necessario per lo smaltimento non ricada sulla collettività. Al fine di evitare di incorrere in gravose sanzioni amministrative pecuniarie, delineate in maniera precisa dalla normativa, occorre che i Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche si affidino a strutture di comprovata esperienza e serietà. L’adesione ad un sistema collettivo quale Ecodom Consorzio è la strada maestra per ottenere tutto il supporto necessario ad affrontare tale novità al meglio e regolarizzare la propria posizione.