News - Glem Gas: best practice nella rottamazione fiscale

check-up
gratuito

check-up
gratuito

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

richiedi il check-up
gratuito dei rifiuti

Glem Gas: best practice nella rottamazione fiscale

Glem Gas: best practice nella rottamazione fiscale

Glem Gas è un’azienda produttrice di cucine, forni, piani cottura, lavelli e miscelatori: un campo in cui design e tecnologia sono in costante evoluzione, così come i modelli in vendita per soddisfare i gusti e i desideri della clientela. Dati i componenti prodotti, anche i rifiuti che ne derivano sono come si può intuire molto vari: ecco il perché della necessità di una gestione rifiuti adeguata, rispettosa delle leggi ed efficace.

In particolare, in questo caso l’esigenza di Glem Gas era relativa all’organizzazione dei magazzini: vista la peculiarità delle loro produzione infatti, non solo vi erano diversi componenti ormai divenuti obsoleti, ma tra questi vi erano anche molti codici CER (Catalogo Europeo Rifiuti), cioè tipologie di rifiuti diverse.

A questi, si aggiungeva anche un intervento molto particolare che ha richiesto ingegno, esperienza e competenza: vediamo come Ecodom RA e Glem Gas hanno affrontato e risolto il problema.

09

Glem Gas: best practice nella rottamazione fiscale

Glem Gas: best practice nella rottamazione fiscale

Glem Gas è un’azienda produttrice di cucine, forni, piani cottura, lavelli e miscelatori: un campo in cui design e tecnologia sono in costante evoluzione, così come i modelli in vendita per soddisfare i gusti e i desideri della clientela. Dati i componenti prodotti, anche i rifiuti che ne derivano sono come si può intuire molto vari: ecco il perché della necessità di una gestione rifiuti adeguata, rispettosa delle leggi ed efficace.

In particolare, in questo caso l’esigenza di Glem Gas era relativa all’organizzazione dei magazzini: vista la peculiarità delle loro produzione infatti, non solo vi erano diversi componenti ormai divenuti obsoleti, ma tra questi vi erano anche molti codici CER (Catalogo Europeo Rifiuti), cioè tipologie di rifiuti diverse.

A questi, si aggiungeva anche un intervento molto particolare che ha richiesto ingegno, esperienza e competenza: vediamo come Ecodom RA e Glem Gas hanno affrontato e risolto il problema.

check-up
gratuito

check-up
gratuito

Rottamazione fiscale ordinaria

Il primo intervento organizzato da Ecodom RA per Glem Gas è stato, come detto, quella che potremmo definire una rottamazione fiscale ordinaria. Di cosa sia la rottamazione fiscale abbiamo già parlato in un articolo dedicato [LINK], ci basti qui ricordare che si tratta della procedura necessaria a liberarsi di tutti quei prodotti a magazzino, e quindi inseriti nei registri a magazzino, che non possono essere smaltiti con gli altri rifiuti in quanto hanno potenzialmente un valore commerciale. In questo caso, per evitare che vengano venduti al di fuori delle vie legali, bisognerà dichiarare cosa si intende distruggere e dove avverrà lo smaltimento e un’autorità quale la Guardia di Finanza o l’Agenzia delle Entrate dovrà redigere un verbale che ne attesti l’avvenuta distruzione. Si tratta di norma di prodotti o componenti ormai obsoleti, spesso anche comprensivi di imballaggio, che per diversi motivi non vengono più venduti, né possono essere tenuti in magazzino in quanto richiederebbero spazi sempre maggiori.

Questo è proprio il caso di Glem Gas, che per la natura stessa della sua produzione nei magazzini ha più o meno regolarmente apparecchi e componenti che non può più destinare alla vendita e vanno dunque smaltiti, ma nello stesso tempo hanno un valore e richiedono quindi una procedura di rottamazione fiscale.

Perché la consideriamo una best practice? Perché esperienza e spirito collaborativo ci hanno permesso insieme all’azienda di organizzare al meglio il servizio. Innanzitutto si è proceduto a verificare la presenza di diverse tipologie di materiali, quindi di diversi codici CER, in particolare componenti elettrici ed elettronici, imballaggi e ferro. Per ciascuno di essi è stato predisposto un apposito contenitore, così che il conferimento dei diversi elementi fosse il più veloce possibile. Una volta terminata questa operazione, si parte con la rottamazione fiscale vera e propria, che viene fatta ogni qualvolta il magazzino obsoleti si riempie.

Rottamazione fiscale della linea di smaltatura

Accanto a questa rottamazione fiscale che potremmo chiamare ordinaria, Glem Gas presentava anche l’esigenza di una rottamazione fiscale che potremmo senza dubbio definire straordinaria. Si trattava (e questo non è raro) di un macchinario ancora non completamente ammortizzato ovvero iscritto a libro cespiti con un consistente valore residuo, che quindi non poteva essere semplicemente smaltito, ma richiedeva appunto una rottamazione fiscale. Perché dunque possiamo definire questo intervento come speciale? Innanzitutto per le dimensioni del macchinario in questione, che ha reso necessaria l’organizzazione di trasporti eccezionali. In secondo luogo, in quanto si trattava di una linea di smaltatura comprensiva di cabina e forno di cottura, con materiali isolanti classificati come rifiuti pericolosi. Insomma, una bella sfida che ha fatto alzare le braccia a più di un tecnico del settore: ancora una volta, è stata proprio la collaborazione tra Glem Gas ed Ecodom RA, unita a competenza, esperienza e a una struttura efficiente e completa a consentire di trovare una soluzione ottimale nel pieno rispetto della legge.